| Milano Bologna Roma Firenze Rimini Padova - Ipnosi per smettere di fumare - Ipnosi per dimagrire - Ipnoterapia ericksoniana - Costo sedute - Ipnosi regressiva - Ipnosi: come fare, cos'è, significato, tecniche per ipnotizzare

Ricerche ed efficacia della terapia ipnotica

Autoipnosi

Auto-ipnosi è stata utilizzata per il trattamento di una vasta gamma di problemi clinici. Esiti positivi che coinvolgono l'auto-ipnosi con gli adulti o bambini sono stati segnalati per il trattamento di ansia (tra cui l'ansia di prestazione, disturbo da stress post-traumatico, fobia semplice e disturbo di panico), il dolore cronico (contratture post-traumatiche della mano , dolori addominali e mal di testa) e abitudine dannose (tra cui il fumo, eccesso di cibo, l'alcolismo e la tossicodipendenza), così come nella gestione del lutto, l'ipertensione, enuresi, l'insonnia. I risultati di studi empirici e casi clinici danno indicazioni positive nell'uso clinico di auto-ipnosi. (Lucy O'Neill & Kevin McConkey, 'Curare l'ansia con l'autoipnosi e relax', Contemporary Hypnosis , 1999, vol 16 (2):. 68)

In uno studio che coinvolge più di 100 pazienti affetti da patologie legate allo stress si è constatato che il 75% ritiene i loro sintomi sono migliorati dopo 12 settimane di pratica di auto-ipnosi, entro un anno il 72% del gruppo ha avuto una remissione completa dei loro sintomi come risultato della auto-ipnosi. (Maher-Loughnan, GP 1980 “Ipnosi: Applicazione clinica di ipnosi in medicina', British Journal of Medicine Hospital , 23: 447-55)

Nel corso di un periodo di sei anni, 173 pazienti affetti da asma sono stati trattati con l'auto-ipnosi, 82% erano o molto migliorati o hanno sperimentato la remissione totale dei sintomi. (Maher-Loughnan, GP 1970 'Ipnosi e autoipnosi per il trattamento di asma', . International Journal of Clinical & Experimental Hypnosis 18: 1 -14)

Uno studio su 20 individui ha confrontato l'uso di auto-ipnosi e terapia di rilassamento nella gestione di ansia per 28 giorni. Entrambi i gruppi hanno dimostrato di aver raggiunto una significativa riduzione dei sintomi psicologici e fisici dell'ansia. Tuttavia, il gruppo di auto-ipnosi ha esibito una maggiore fiducia negli effetti positivi del trattamento, più alta aspettativa di successo e maggiori livelli di miglioramento cognitivo e fisico. (Lucy O'Neill, Amanda Barnier, e Kevin McConkey, 'trattamento di ansia con l'autoipnosi e relax', Contemporary Hypnosis , 1999, vol 16 (2):. 68)

Diversi studi hanno riportato l'uso di successo di auto-ipnosi nel trattamento del disturbo post-traumatico da stress, parlare in pubblico, fobia semplice e disturbo di panico. Nel complesso, i risultati empirici suggeriscono che gli aumenti di senso di fiducia in se stessi, auto-controllo e auto-efficacia può essere fondamentale per la riduzione dell'ansia attraverso l'auto-ipnosi '. (Lucy O'Neill, Amanda Barnier, e Kevin McConkey, 'trattamento di ansia con l'autoipnosi e relax', Contemporary Hypnosis , 1999, vol 16 (2):. 68)

Insonnia

Un recente 'revisione clinica' di ipnosi e terapie di rilassamento pubblicato nel BMJ ha analizzato la ricerca esistente sull'ipnosi e ha concluso che l'ipnosi si è dimostrata di essere efficace per il trattamento dell'insonnia. (Vickers & Zollman, 'ipnosi e terapie di rilassamento,' BMJ 1999; 319: 1346-1349)

Asma

Nel corso di un periodo di sei anni, 173 pazienti affetti da asma sono stati trattati con l'auto-ipnosi, 82% sono o molto migliorati o hanno sperimentato la remissione totale dei sintomi. (Maher-Loughnan, GP 1970 'Ipnosi e autoipnosi per il trattamento di asma', . International Journal of Clinical & Experimental Hypnosis 18: 1 -14)

Un recente 'revisione clinica' di ipnosi e terapie di rilassamento pubblicato nel BMJ ha analizzato la ricerca esistente sull'ipnosi e ha concluso: 'Studi randomizzati hanno dimostrato l'ipnosi per essere di valore nel trattamento dell'asma [...]' (Vickers & Zollman, 'Ipnosi e terapie di rilassamento,' BMJ 1999; 319: 1346-1349)

Dolore

A seguito di un esame approfondito della letteratura esistente in ipnoterapia, una commissione speciale commissionata dalla British Medical Association conclude che: 'Oltre al trattamento delle disabilità psichiatriche, c'è un posto per l'ipnotismo nella produzione di anestesia o analgesia chirurgica e interventi odontoiatrici, e nei soggetti idonei è un metodo efficace di alleviare il dolore durante il parto senza alterare il normale corso del travaglio'. (BMA, 'impiego medico di ipnosi', BMJ, 1955, vol. I, 190-193)

Un recente 'revisione clinica' di ipnosi e terapie di rilassamento pubblicato nel BMJ ha analizzato la ricerca esistente sull'ipnosi e ha concluso: 'studi clinici randomizzati e controllati supportano l'uso di varie tecniche di rilassamento per il trattamento sia del dolore acuto e cronico,' (Vickers & Zollman, 'ipnosi e terapie di rilassamento,' BMJ 1999; 319: 1346-1349)

Ansia e Fobie

A seguito di un esame approfondito della letteratura esistente sulla ipnoterapia, la British Medical Association ha concluso che l'ipnoterapia è stato non solo efficace, ma può essere 'il trattamento di scelta' nel trattare ansia e disturbi stress-correlati : 'il sottocomitato è soddisfatto dopo l'esame delle prove disponibili che l'ipnotismo è di valore e può essere il trattamento di scelta in alcuni casi di cosiddetto disturbo psico-somatiche e psiconevrosi. Può anche essere utile per rivelare le motivazioni e conflitti non riconosciuti in tali condizioni. Come trattamento, secondo il parere della sottocommissione che ha dimostrato la sua capacità di rimuovere i sintomi e di modificare le abitudini morbose di pensiero e di comportamento. [...]'(BMA, 'impiego medico di ipnosi', BMJ, 1955, vol. I, 190-193)

Un recente 'revisione clinica' di ipnosi e terapie di rilassamento pubblicato nel BMJ ha analizzato la ricerca esistente sull'ipnosi e ha concluso: 'Ci sono buone evidenze da studi randomizzati controllati che entrambe le tecniche di ipnosi e di rilassamento possono ridurre l'ansia [...]', lo stessa relazione ha anche concluso che l'ipnosi è stato dimostrato di essere efficace nel trattamento di attacchi di panico e fobie. (Vickers & Zollman, 'ipnosi e terapie di rilassamento,' BMJ 1999; 319: 1346-1349)

Uno studio su 20 individui ha confrontato l'uso di auto-ipnosi e terapia di rilassamento nella gestione di ansia per 28 giorni. Entrambi i gruppi hanno dimostrato di aver raggiunto una significativa riduzione dei sintomi psicologici e fisici dell'ansia. Tuttavia, il gruppo di auto-ipnosi ha esibito una maggiore fiducia negli effetti positivi del trattamento, più alta aspettativa di successo, e maggiori gradi di miglioramento cognitivo e fisico. (Lucy O'Neill, Amanda Barnier, e Kevin McConkey, 'trattamento di ansia con l'autoipnosi e relax', Contemporary Hypnosis , 1999, vol 16 (2):. 68)

Disturbi legati alla sessualità

In uno studio di 189 persone con problemi psicologici relativi al sesso, è stato dimostrato che l'auto-ipnosi combinata con la terapia cognitiva è più efficace della terapia cognitiva da sola. Quando l'auto-ipnosi è stato insegnata, il numero di sedute necessarie è stato inferiore, le ricadute erano meno probabili, ed i clienti ha espresso più soddisfazione per il risultato complessivo. ( 'Self-Hypnosis nel funzionamento sessuale' Carrese & Araoz, australiano Journal of Clinical ipnoterapia e ipnosi , 1998 settembre, vol 19 (2): 41-48)

Sindrome dell'intestino irritabile

Un recente 'revisione clinica' di ipnosi e terapie di rilassamento pubblicato nel BMJ ha analizzato la ricerca esistente sull'ipnosi e ha concluso: 'Studi randomizzati hanno dimostrato l'ipnosi di essere di valore nel trattamento [...] sindrome dell'intestino irritabile.' (Vickers & Zollman, 'ipnosi e terapie di rilassamento,' BMJ 1999; 319: 1346-1349)

Uno studio sperimentale di 12 pazienti con Sindrome dell'intestino irritabile ha dimostrato che il trattamento ha determinato un miglioramento significativo dei sintomi e riduzione dell'ansia correlata. (Galovski, TE, e EB Blanchard, 'Il trattamento della sindrome dell'intestino irritabile con ipnoterapia.' Psicofisiologia Applicata & Commenti , 1998:. Dec., vo 23 (4): 219-232)

Home | Fumo | Cibo | Altro | Psicologia