328-4198543

info@panigalli.it

Contattami
Contattami su WhatsApp

Ipnosi online, la seduta da casa propria

Negli ultimi tempi anche a causa delle limitazioni imposte dalla pandemia mi sono trovato frequentemente ad utilizzare la modalità online per svolgere le sedute ipnotiche. Inaspettatamente questa condizione, in apparenza limitante, mi ha posto di fronte ad una realtà che mi ha sorpreso. I pazienti venendosi a trovare in un ambiente familiare riuscivano ad entrare in trance molto più facilmente che in studio. Anche il confronto sulle problematiche da affrontare avveniva in un modo del tutto comparabile alla situazione consueta, faccia a faccia.

Non ci sarebbe stato in effetti nulla di cui stupirsi. Anche in studio infatti conduco l'induzione ipnotica utilizzando una cuffia e un microfono così sostanzialmente la condizione può essere considerata la medesima. Così come in studio anche online posso osservare alcuni elementi (in particolare l'espressione del viso e il ritmo del respiro) che mi danno tutte le informazioni necessarie per capire in che condizione il paziente si trovi e per guidarlo nel migliore dei modi. Condiderando poi il fatto che, non avendo spese di trasporto e di affitto posso applicare una riduzione al costo della seduta, i benefici sono considerevoli.

Come si svolge una seduta ipnotica online

Nella prima parte dell'incontro si parla dell'obiettivo della seduta mentre nella seconda si svolge l'induzione ipnotica vera e propria. La trance ipnotica è una condizione di collaborazione tra terapeuta e paziente, non si perde coscienza e si rimane consapevoli dell'ambiente circostante. Da questo si comprende che non ci può essere alcun rischio, nemmeno nel caso in cui la comunicazione si interrompa accidentalmente. Quello che si vive è un piacevole rilassamento psico-fisico grazie al quale le suggestioni raggiungono l'inconscio.

È chiaro che ci sono problematiche che non possono essere affrontate senza la presenza fisica del terapeuta come ad esempio disturbi mentali gravi, forti stati depressivi, psicosi e condizioni simili. Escludendo queste situazioni particolari la modalità online presenta quasi esclusivamente vantaggi: maggiore privacy, un costo ridotto, nessuno spostamento, minore resistenza all'induzione ipnotica grazie all'ambiente familiare nel quale ci si trova.

Cosa è necessario

Esistono varie applicazioni utilizzabili, da WhatApp a Skype. Occorre poi un paio di cuffie che permettano di ascoltare al meglio e una stanza al riparo da rumori improvvisi. In questo modo ci si può accomodare su una poltrona, un divano o addirittura sul proprio letto.

Prima della seduta

È preferibile, prima di incontrarsi, che il paziente faccia una piccola prova. Occorre disporsi in una posizione comoda e con il capo appoggiato su una poltrona, un divano oppure sul proprio il letto. A questo punto basta appoggiare il cellulare o il computer (non tenendolo in mano) avendo cura che vengano inquadrati dalla videocamera proprio il volto e il proprio torace torace. Una volta fatto tutto questo si è pronti, basta un click e il gioco è fatto.

Dr. Christian Panigalli

Psicologo Ipnoterapeuta

Sono laureato in Psicologia a Padova, specializzato all'AMISI di Milano, mi occupo di ipnosi da molti anni e procedo in questo modo. La prima seduta è composta da colloquio e ipnosi. Il colloquio per mettere a fuoco un obiettivo partendo da una problematica e la seduta ipnotica per cercare di ottenere un risultato. Successivamente è importante che il paziente verifichi se ha tratto beneficio dall'incontro in modo da valutare come procedere. Procedendo così, passo dopo passo, si possono evitare sedute inutili

Richiedi appuntamento o informazioni