Fumo | Milano Bologna Roma Firenze Rimini Padova Genova Verona - Ipnosi per smettere di fumare - Ipnosi per dimagrire - Costi sedute psicoterapia ipnotica e tecniche per ipnotizzare

Smettere di fumare con l'ipnosi

La seduta ha lo scopo di ridurre l'astinenza dalla nicotina e sostenere la volontà così da favorire il cambiamento delle abitudini collegate al fumo e aiutare il paziente a smettere di fumare.
L'induzione ipnotica è preceduta da un colloquio che permette di adattare l'intervento terapeutico. Nello stato ipnotico si prova un piacevole rilassamento fisico e mentale, qualcosa di simile ai momenti che precedono l'addormentamento.
Durante la seduta non c'è perdita di controllo e viene conservata la percezione del mondo esterno: l'ipnosi, se condotta in maniera corretta, non comporta alcun rischio.
Per informazioni su disponibilità e costi compilare il modulo o inviare un messaggio WhatsApp al 3284198543
ipnosi per dimagrireOspite a Omnibus life con Girolamo Sirchia sul tema della dipendenza dalla nicotina

Compila il modulo per avere informazioni senza impegno sui costi delle sedute

Nome

email

telefono (opzionale)

eventuali comunicazioni

Selezionando questa casella acconsento al trattamento dei dati personali secondo la normativa sulla Privacy secondo D. Lgs 196/2003 (OBBLIGATORIO PER INVIARE LA RICHIESTA)

Effetti farmacologici della nicotina

Sono tanti i motivi che spiegano la grande diffusione della dipendenza dalla nicotina, è un genere di dipendenza molto subdola che da una parte permettere di non compromettere il proprio stile di vita e dall'alta provoca danni molto gravi.
La nicotina ha diversi effetti sul sistema nervoso ed essi alimentano la dipendenza. Migliora la concentrazione e la capacità di apprendimento attraverso l'aumento di acetilcolina. Aumenta l'attenzione e la vigilanza per via dell'aumento di acetilcolina e noradrenalina. Riduce il dolore aumentando acetilcolina e beta-endorfine e riduce l'ansia con l'aumento di beta-endorfine. Produce sensazioni di benessere e rilassamento aumentando la quantità di dopamina.
Uno spettro di effetti davvero ampio che può essere sentito come irrinunciabile. Più delle immagini terrificanti impresse sui pacchetti forse sarebbe meglio scrivere: ne sentirai sempre il più bisogno e sarà difficilissimo smettere!

Motivazione

Una cosa è certa: è difficile pensare di poter smettere di fumare se non si matura una solida motivazione a farlo. Essa per prima cosa è preferibile che abbia un carattere personale. Difficile smettere perchè fidanzata, moglie, figli o genitori lo desiderano. Una buona motivazione di solito nasce dalla constatazione di un danno provocato dal fumo o dalla consapevolezza di essere prigionieri di una dipendenza. Paradossalmente a volte problemi seri di salute non riescono a suscitare il cambiamento mentre occasioni qualcosa di molto meno importante raggiunge l'obiettivo. L'odore sgradevole sui vestiti, gli effetti di invecchiamente epidermico, un commento negativo sul proprio alito.

Riduzione o astensione completa

Può sembrare che arrivare all'astensione gradualmente possa facilitare, ma spesso non è così. Lo sforzo sperimentato nella fase di riduzione il più delle volte rende un cattivo servizio al raggiungimento dell'obiettivo finale facendo sentire ancor di più ossessionati dal pensiero del fumo.

I classici timori

Nell'idea di mettere fine al fumo emergono di solito vari timori, alcuni sono più comuni e possono dar vita ad una piccola raccolta.
Il nervosismo. L'astinenza dalla nicotina può far sentire un po' più nervosi. Questo effetto varia da persona a persona ed è transitorio. Lo scoglio maggiore riguarda il cambiamento di abitudini dal momento che in momenti di tensione nel passato l'azione di fumare è stata utilizzata come valvola di sfogo.
Il risveglio. L'abitudine di fumare al risveglio come modo per incominciare con il piede giusto la giornata spesso è molto radicata. Questo dipende dalla funzione stimolante della nicotina unita al fatto che il fumo stesso può impedire di godere di un sonno completamente ristoratore con la conseguente necessità di un aiuto per ripartire.
L'aumento di peso. Per alcuni può essere un piccolo fastidio, per altri un autentito incubo. Allora, è vero che la nicotina accelera il metabolismo e nei primi tempi l'organismo si deve riadattare alle mutate condizioni. Il problema nasce non da questo, ma dal fatto che la funzione che aveva il fumo può incominciare ad essere svolta dal cibo (relax, premio, gratificazione, ecc ecc). Il meccanismo psicologico alla base è molto simile e occorre fare attenzione per evitare che il cibo prenda il posto della nicotina
Le pause sul lavoro. Quasi tutti gli ex fumatori notano che quella che prima sembrava una necessità (fumare per rilassarsi) poi una volta smesso di fumare appaia una alibi (la scusa dello stress lavorativo per potere assumere nicotina)

Le suggestioni ipnotiche utilizzate

Le suggestioni ipnotiche sono un po' il cuore della terapia. Se lo stato di trance è la condizione nella quale si viene progressivamente indotti dall'ipnotista, le suggestioni sono le comunicazioni dirette all'inconscio. Esse rendono possibile il cambiamento e sono un vero e proprio atto psicoterapeutico. Lo stato ipnotico e la relativa disattivazione dei processi di pensiero coscienti rendono efficaci tali comunicazioni.

Tipi di suggestione

In linea di massima le suggestioni sono suddivisibili in negative-avversative e in positive-liberanti. Le prime hanno lo scopo di far sentire spiacevole l'oggetto della dipendenza, le seconde agiscono sulla dipendenza. L'aspetto più importante però è quello della liberazione dal bisogno di fumare mentre la riduzione della tolleranza dell'odore e del sapore sgradevole del fumo sono la conseguenza.

Suggestioni dirette o indirette

A seconda delle caratteristiche del paziente e della trance ipnotica possono essere utilizzate delle suggestioni più dirette (come ad esempio quelle destinate ad accentuare la sgradevolezza del fumo) oppure con caratteristiche più indirette (come ad esempio delle metafore legate al concetto di liberazione)

Alcuni degli studi sull'utilizzo dell'ipnosi nella disassuefazione tabagica e riferimenti bibliografici

Tarantino F. Il Training ipnotico nella cessazione del fumo di tabacco. Rivista Italiana di Ipnosi e Psicoterapia Ipnotica 2013;4:98
Tarantino F. Il trattamento del tabagismo con la psicoterapia ipnotica neo-ericksoniana. La prospettiva fenomenologica. Rivista Italiana di Ipnosi e Psicoterapia Ipnotica 2016; 3:60-70
Carmody TP, Duncan C, Simon JA et al. Hypnosis for smoking cessation: a randomized trial. Nicotine Tob Res 2008 May;10(5):811-818
Lynn SJ, Green JP, Accardi M, Cleere C. Hypnosis and smoking cessation: the state of the science. Am J Clin Hypn 2010 Jan;52(3):177-181
Nagar A. L’ipnosi nella disassuefazione del fumo: un’esperienza ospedaliera decennale. Di Nagar utili dati statistici sulla popolazione italiana seguendo questo link
Prof. Enrico Facco Prof. Enrico Facco. Specialista in Anestesiologia e Rianimazione. Specialista in Neurologia. Senior Professor Università degli Studi di Padova. Qui nel video relativo alla possibilità di effettuare operazioni in ipnosi

Home | Applicazioni | Richiesta