328-4198543

info@panigalli.it

Contattami
Contattami su WhatsApp

Emergenza sanitaria e sedute online

Le sedute online hanno attualmente un costo ridotto a causa dell'emergenza Covid -> info qui

Ansia, attacchi di panico, paure e ipnosi

Tutto di solito nasce da un episodio durante il quale si sperimenta un forte malessere: uno svenimento, un tremore, il battito del cuore accelerato, timore di soffocare, un disturbo gastrointestinale, la paura di morire. Successivamente il timore che l'evento si ripresenti incomincia a limitare prepotentemente la libertà personale e il pensiero si focalizza sul disturbo fino a farlo diventare un'ossessione.

Analizzare le condizioni che hanno portato a stare male può servire a capire ciò che è accaduto, ma questa consapevolezza a volte non elimina il disagio che si vive. Si sa di non essere in pericolo realmente, ma ci si sente come se lo si fosse. Anche le strategie per evitare che il problema si ripresenti possono non essere sufficienti. A un livello razionale si conoscono i meccanismi dell'ansia, ma essi tendono a rinnovarsi.

Quello che accade più o meno è questo. Il cervello ha registrato una forte pericolo e cerca di evitare le situazioni che comporterebbero un rischio nel caso si stesse di nuovo male. Ad esempio. Se ho avuto un attacco di ansia sarò portato ad evitare le situazioni nelle quali, se esso dovesse ripresentarsi, vivrei un forte imbarazzo o un pericolo.

Questa però è solamente una parte del problema perché spesso, anche evitando, le sensazioni di malessere rimangono costantemente presenti come un rumore di sottofondo. A causa di questo la mente è costantemente impegnata nel controllo della realtà esterna e delle proprie sensazioni e di conseguenza sfinita.

Inoltre accade che, quando la mente è focalizzata su un qualsiasi disturbo, esso tende a materializzarsi perché automaticamente vengono riattivate le sensazioni collegate al ricordo del trauma. Questo non fa altro che contribuire a mantenere la mente in un'allerta costante che esaurisce le energie mentali e fisiche.

Tutto questo assomiglia ad una sorta di allarme che rimane attivo a livello incoscio. La mente agisce perché venga evitato un pericolo che, nonostante non abbia un fondamento concreto, è stato vissuto come reale. Fino a quando permane questo condizionamento l'allarme continuerà a scattare tendendo a generalizzarsi a situazioni che assomigliano a quella temuta.

Si comprende come sia necessario non evitare di fare le cose che si facevano prima, ma riuscire a farle con difficoltà e tensione non aiuta a viverle bene. Con sforzo si riesce spesso a fare quasi tutto, ma con tensione e disagio. Così non si riacquista fiducia e la tensione continua ad alimentarsi.

L'ipnosi può essere d'aiuto tentando di ridurre il timore inconscio derivante dagli episodi traumatici. Questo avviene non cancellando l'esperienza passata, ma permettendo nuove concrete esperienze positive. Se l'allarme inconscio si riduce il desiderio di vivere liberamente può farsi largo lasciando affacciare alla mente nuove possibilità. Si incomincia così a pensare che sarebbe possibile fare qualcosa in più rispetto alle limitazioni che si vivono.

Questo è possibile grazie alle caratteristiche della trance ipnotica, una condizione nella quale la coscienza risulta meno attiva permettendo alle suggestioni di essere efficaci. Il significato delle parole viene assorbito dalla mente profonda in virtù della condizione di relativa sospensione dei processi di pensiero coscienti.

Dr. Christian Panigalli

Psicologo Ipnoterapeuta

Mi sono laureato in psicologia a Padova e successivamente specializzato in psicoterapia ipnotica all'AMISI di Milano. Durante il primo incontro svolgo un colloquio per mettere a fuoco il problema e contestualmente una seduta ipnotica. È importante che nei giorni seguenti il paziente verifichi se ha tratto un beneficio dalla terapia in modo da valutare come proseguire. Preferisco procedere così, passo dopo passo, per evitare il rischio di svolgere sedute inutili che non si traducano in un reale beneficio per i pazienti

Richiedi appuntamento o informazioni

A causa dell'emergenza sanitaria applico uno sconto alle sedute online. Specificare "seduta online" nella richiesta info sedute online